Eventi

Ieri ho partecipato ad un evento per il quale mi è stato chiesto un intervento. Chiacchiere sul design e sulle cause del fallimento di progetti di design. Argomento interessante anche se non proprio strappamutande.

L’evento aveva, credo, sei stream paralleli con temi molto diversi. Alla fine nella sala in cui ero io ci saranno state una ventina di persone ad ascoltare le mie fregnacce. Poche.

Al termine dell’intervento tutti sono volati via.

Mi sono chiesto se questo genere di cose abbiano ancora un qualche genere di senso. Mi spiego meglio. Oramai gli eventi sono talmente tanti che, volendo, potresti non passare una singola giornata in ufficio e, spesso, mangiare e bere gratis. C’è una offerta enorme.

A questo punto viene da domandarsi se esista davvero una mole di speaker di alta qualità tale da soddisfare questa enorme richiesta di chiacchiere. Mi ci metto dentro anche io, ovviamente. Io, personalmente, cerco di ridurre al minimo gli interventi tra loro diversi. Generalmente ogni hanno sforno al massimo due presentazioni serie da usare in tutti gli eventi ai quali partecipo. Questo perché ci voglio mettere pensiero dentro e metterci pensiero richiede tempo e sudore. Non è parlare per parlare o soddisfare il proprio ego. E’ parlare per dire qualcosa di utile.

C’è da domandarsi se non sia il caso di cambiare la forma con la quale i programmi di questi eventi vengono comunicati. Forse non basta più il titolo dell’intervento, il nome dello speaker e la sua biografia. Bisognerebbe entrare più in profondità. Forse pubblicare il materiale in anticipo aiuterebbe le persone a capire se davvero quell’intervento vale il loro tempo. Idealmente mi immagino un programma interattivo con il quale le persone e lo speaker possono interagire prima dell’evento. Una forma nuova di ingaggio che non sia totalmente passiva come lo è oggi.

Credo che sia il caso di utilizzare in maniera migliore il tempo che abbiamo a disposizione ed io, in qualità di speaker, ho sempre molto rispetto del tempo che le persone mi dedicano.

Forse per questa ragione faccio un pochino il prezioso riguardo alla mia presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *