La password

Sono anni che uso una applicazione per gestire tutte le mie password e l’insieme dei miei dati sensibili. Questo mi permette di dovermi ricordare una sola parola chiave per avere accesso alle quasi 2500 password che nel corso degli anni si sono accumulate. Data l’età anagrafica non è poco.

Proprio per via della età ogni tanto faccio comunque casino e mi perdo qualche cosa. Oggi mi sono trovato nella condizione di dovere fare un pagamento dal mio conto Widiba e la password memorizzata nel mio password manager non era corretta. Evidentemente devo avere compiuto un accesso da mobile tempo addietro, mi deve essere stato richiesto un cambio di password e lo ho fatto senza utilizzare la mia applicazione per la gestione delle password. Sintesi: non posso accedere al mio conto proprio nel momento in cui devo fare un pagamento entro oggi.

Ho sempre considerato Widiba come un servizio ottimamente progettato e una sorta di benchmark in Italia per la categoria. Questo sino a che non ho dovuto recuperare la password.

Procedimento:

  • Vai sul sito di Widiba e dalla finestra del login selezioni “Recupera dati di accesso”.
  • Ti viene chiesto di inserire il tuo codice fiscale e, una volta fatto, vieni informato che la tua richiesta di recupero della password è iniziata.
  • Non ricevi nulla via posta elettronica.
  • Ricevi una telefonata da un numero che non hai in rubrica. (Va detto che è mio costume non rispondere mai a numeri che non ho in rubrica).
  • Il signore, o la signorina in questo caso, ti dice che per eseguire un cambio della password devi mandare un messaggio (ho scelto WhatsApp) al numero che lei ti fornisce e che contenga la parola chiave segretissima che lei ti dice.
  • Una volta che qualcuno avrà visto questo video ti verranno inviate le istruzioni per cambiare la password.

Non vi sembra un pochino complicato? Va bene la trasformazione digitale e che tutti abbiamo WhatsApp e ci piace un casino fare video e siamo tutti molto gggiovani e cazzi e mazzi… Sta di fatto che nel 2019 per cambiare password non ci posso mettere 8 ore…

Oltretutto cara Widiba sai benissimo quale è il mio numero di cellulare e quindi uno straccio di OTP me lo puoi anche mandare là senza tutte queste menate.

Anche nelle cose migliori manca sempre quel quid che potrebbe renderle perfette.

Cara INPS, se non pago i contributi della babysitter entro stasera è colpa di Widiba, non mia. Sappilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *