Hai cinque minuti?

Photo by ANIRUDH on Unsplash

Come regola generale il mio tempo in Sketchin è a disposizione di tutti coloro che pensano di averne bisogno. Tutto questo senza bisogno di passare senza alcun tipo di filtro particolare. Se hai bisogno di parlarmi, quale che sia il motivo, puoi alzare il telefono, scrivermi un messaggio di posta elettronica, mandarmi un SMS o scrivermi su Slack. Sono sempre a disposizione e non ho mai negato il mio tempo a nessuno.

Nella realtà dei fatti metto queste richieste in cima a tutte le altre cose che vanno a comporre la mia agenda. Se una persona in Sketchin ritiene di avere necessità di confrontarsi con il general manager su un qualsiasi tema io penso che questo debba avere la priorità su qualsiasi altra cosa. Sempre.

Sopratutto per i più giovani e meno esperti esiste comunque una sorta di timore nel farlo e quindi, generalizzo, si approcciano in maniera piuttosto timida. “Hai cinque minuti da dedicarmi?”

Tutti sanno benissimo che non saranno mai cinque minuti. Per quanto il tema da affrontare possa essere facile è ben difficile che possa essere discusso e risolto in un arco di tempo di soli cinque minuti.

Posso capire che abbiano una qualche ritrosia nel chiedere del mio tempo ma è un approccio sbagliato. La mia funzione principale è quella di essere di aiuto alle persone che lavorano con me. Ho sempre parlato di servant leadership e ci credo fermamente.

Per questa ragione non è utile che tu mi chieda cinque minuti. Devi chiedermi del tempo e la quantità di tempo sarà quella necessaria a risolvere il tuo problema.

A dire il vero la varietà di richieste è molto ampia. Dalla soluzione di un problema al consiglio puro e semplice. La richiesta del mio punto di vista su un progetto o la discussione di una esigenza legata alla sfera privata.

Raramente si tratta di cinque minuti.

L’unica cosa che chiedo è quella di essere diretti e trasparenti. Andiamo dritti al cuore della questione e parliamone, per quanto la questione possa essere “pelosa”. Girarci intorno non serve a nessuno dei due.

Quindi direi che la domanda è “Quando posso parlarti?” e non “Hai cinque minuti?”

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments