Pagella

gray metal locker
Photo by Joshua Hoehne on Unsplash

Quest’anno Lorenzo ha iniziato il suo primo anno di Liceo. E’ iniziato nel bel mezzo di una pandemia e quindi non è certamente stato un anno semplice per lui.

Da un lato il passaggio dalla scuola media al liceo che già di per sé sarebbe stato complesso da gestire e dall’altro questa continua altalena tra didattica a distanza e didattica in presenza.

Venerdì sera ricevo una notifica sulla applicazione della scuola che mi avvisa che la sua pagella è stata pubblicata. Ovviamente vado a vedere come è andata, pur sapendo cosa avrei trovato dato che ci capita di parlare dei suoi progressi come dei suoi problemi.

Pagella dignitosa.

Quello su cui mi trovavo a riflettere ieri sera è il fatto che essere un liceale nel 2021 è una enorme rottura di palle.

Non ti è permesso nascondere alcun voto perché tutto viene istantaneamente publicato sulla applicazione della scuola.

La stessa cosa avviene se ti capita di prendere una nota od un rimprovero.

Non è possibile saltare la scuola senza che i genitori vengano a saperlo perché l’assenza è pubblicata online ed il genitore deve giustificare.

Ma voi vi ricordate quando si era noi al liceo? Io mi ricordo il tempo passato a provare a replicare la firma di mio padre da utilizzare sul libretto delle giustificazioni “non ufficiali”. Mi ricordo dei voti di cui mi dimenticavo di parlare a casa. Mi ricordo del ritardo nella consegna della pagella e via dicendo.

Io sono convinto che questa cosa facesse parte di un processo di crescita e di responsabilizzazione. Testavi i confini che potevi attraversare e prendevi coscienza dei rischi. Imparavi a capire che ad ogni azione poteva corrispondere una reazione più o meno grave e decidevi di correre o meno il rischio.

Con tutta questa tecnologia questa tecnologia tutto questo è scomparso e, secondo me, è un male. Stiamo normalizzando tutto e non sempre è un bene.

Io spero che loro, come studenti, trovino nuovi modi intortare noi genitori.


Shameless self promotion ahead…

Nel caso non ve ne foste accorti qui in giro c’è anche un podcast con il quale potrete intrattenervi.

Quello di seguito è l’ultimo episodio.

Qui, invece tutti gli episodi pubblicati sino ad ora: Parole Sparse – Il Podcast


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments