Mi rendo conto del fatto che la quasi totalità delle persone che conosco usa un computer per svolgere il proprio lavoro. Io stesso spendo la maggior parte del mio tempo davanti allo schermo del mio laptop.

Altrettanto vero che la totalità delle persone che conosco ha uno smartphone in tasca.

Sono giunto alla conclusione che il nostro modo di fare le cose ci allontana dalla manualità. Ormai faccio fatica a stringere un bullone in maniera efficace.

Questo è il motivo per cui ho deciso di riprendere a scrivere appunti con carta e matita dopo un breve periodo in cui avevo deciso di provare un approccio “full digital”.

Allo stesso tempo sto facendo un corso online per migliorare la mia capacità di disegnare. In questo momento i miei disegni assomigliano a quelli prodotti dai bambini dell’asilo ma sono confidente di poter migliore.

Mi sono messo a restaurare antichi rasoi solo con l’ausilio di carte abrasive ed olio di gomito.

Sto facendo un corso di teatro che si rivela essere molto più complesso di quanto avessi mai potuto immaginare.

Ho bisogno di questa dimensione fisica in contrapposizione alla non materialità dell’universo digitale.

L’equilibrio tra le due cose mi fa stare bene oltre che fornirmi nuovi canali di espressione.