Un viaggio

flatlay photography of wireless headphones
Photo by C D-X on Unsplash

Mi capita di perdermi tra le raccomandazioni di YouTube e intraprendere dei viaggi virtuali che sono comunque pieni di luohi ed emozioni.

Ieri sera è avvenuto proprio questo.

Tutto è cominciato ascoltando una versione dal vivo de L’avvelenata di Francesco Guccini.

Credete che per questi quattro soldi

Questa gloria da stronzi, avrei scritto canzoni

L’avvelenata – Francesco Guccini

A questo punto seguo le raccomandazioni che compaiono sulla destra del brano che sto ascoltando.

Ed ecco spuntare Rimmel di Francesco de Gregori.

Ora le tue labbra puoi spedirle a un indirizzo nuovo
E la mia faccia sovrapporla a quella di chissà chi altro, oh
Ancora i tuoi quattro assi, bada bene, di un colore solo
Li puoi nascondere o giocare con chi vuoi
O farli rimanere buoni amici come noi

Rimmel – Francesco De Gregori

Da un angolo spunta Luci a San Siro di Roberto Vecchioni.

Io quando ho amato
Ho amato dentro gli occhi suoi,
Magari anche fra le sue gambe
Ma ho sempre pianto per la sua felicità

Luci a San Siro – Roberto Vecchioni

Scorro ancora la lista sulla desta e scelgo La sera dei miracoli di Lucio Dalla.

Questa sera così dolce che si potrebbe bere
Da passare in centomila in uno stadio
Una sera così strana e profonda che lo dice anche la radio

La sera dei miracoli – Lucio Dalla

Continuo così per una oretta. Mi lascio trasportare dal caso.

Tutto termina con Franco Califano.

Tutto il resto è noia.

Tutto il resto è noia – Franco Califano

E’ stata una bella serata.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments