Apple AirTag e sicurezza. Reprise

Photo by Daniel Romero on Unsplash

Ho scritto recentemente delle mie perplessità riguardo il prodotto AirTag di Apple e mi sono domandato se Apple non avesse commesso un errore mettendo in vendita un oggetto di questo tipo.

Come ho scritto le implicazioni relative alla sicurezza personale sono enormi e le risposte di Apple non sembrano essere particolarmente rassicuranti.

E’ interessante il fatto che Apple abbia rilasciato nei giorni scorsi una versione aggiornata del documento Personal Safety User Guide. Il documento può essere consultato in formato PDF seguendo questo link.

Io me lo sono letto con grande attenzione e devo dire che non mi convince affatto.

Vediamo alcuni passaggi interessanti.

Offering quick checklists and in-depth feature tasks, this resource is designed to help customers experiencing technology-enabled abuse, stalking, or harassment understand the options available across the Apple ecosystem that can help you protect your personal safety.

Avevo già sottolineato in passato il fatto che i metodi di protezione da un abuso degli AirTag fossero disegnati per coloro che appartengo all’ecosistema Apple e questo passaggio conferma ulteriormente la mia affermazione.

To discourage unwanted tracking, Find My notifies you if an unknown AirTag or other Find My accessory is seen moving with you over time by sending you the message,“Item Detected Near You.” (This feature is available on iPhone, iPad, or iPod touch running iOS 14.5 or iPadOS 14.5 or later).

Anche questo passaggio è interessante perché sostanzialmente ci dice che la feature che permette di venire a conoscenza di un AirTag che si sta muovendo con noi in maniera sospetta è disponibile solo per quei prodotti che hanno un sistema operativo iOS 14.5 o successivo.

Che cosa accade quindi per tutti quegli utenti che sono in possesso di hardware che non è in grado di essere aggiornato a quella versione di sistema operativo o che, semplicemente, non hanno mai aggiornato il loro smartphone?

Io penso che in questo caso dovesse essere introdotto un concetto di reciprocità. Se io trovo intorno a me un AirTag che penso essere indicatore di un abuso l’applicazione dovrebbe permettermi di visualizzare dove si trova fisicamente la persona proprietaria di quell’AirTag. Volendo proteggere la privacy di un legittimo proprietario si potrebbe pensare di abilitare questa funzione solo per le forze dell’ordine presso le quali un abuso potrebbe essere denunciato. Diciamo che, se non altro, potrebbe avere una funzione deterrente rispetto ad comportamenti abusivi.

Andiamo avanti.

Check for AirTags using an Android device. You can check for nearby AirTag or Find My network accessories using the Tracker Detect app from the Google Play Store.

Nessuna novità per quanto riguarda sistemi operativi non Apple. L’applicazione, per ovvie ragioni tecniche, te la devi scaricare volontariamente e devi essere in possesso di hardware che supporti NFC e di un sistema operativo recente. La customer base Android è decisamente molto più frammentata di quanto non sia quella di Apple e, secondo me, questo rendere particolarmente pericolosa questa tecnologia.

If you feel your safety is at risk, You can contact your local United States law enforcement who can work with Apple (https://www.apple.com/legal/transparency/government-information.html). You might need to provide the AirTag or its serial number.

Anche questo è un passaggio interessante ed ovviamente si riferisce al mercato Americano. Ho cercato a lungo sul sito di Apple Italia il documento equivalente ma non sono stato in grado di rintracciarlo. Io credo che un documento di questa rilevanza dovrebbe essere facilmente reperibile ed accessibile in qualsiasi mercato.

Insomma il documento è ben fatto e molto “pettinato” ma non aggiunge nulla alle questioni che rimangono aperte sul prodotto AirTag.

Io continuo ad essere dell’idea che sia un prodotto pericoloso.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments