Apple, questa volta no…

Apple annuncia la disponibilità delle cuffie AirPods Max dal 15 Dicembre 2020 per la modica cifra di 549 dollari.

Mi dispiace ma questa volta mi sa che hai un pochino esagerato.

Se da un lato è vero che hai una foltissima schiera di fanboy pronti a seguirti lungo qualsiasi sentiero tu abbia voglia di avventurarti in questo caso è diverso.

Hai deciso di avventurarti nel segmento presidiato dagli audiofili.

Era un terreno che una quindicina di anni fa frequentavo con molta assiduità ed ero anche, allora, abbastanza preparato. Il mio sistema audio, sebbene limitato dalla mia scarsa disponibilità economica, era un gioiellino che ancora oggi rimpiango quando ascolto musica sul mio impianto Sonos.

Quello è un terreno estremamente scivoloso e guardato a vista da talebani armati da capo a piedi e prontissimi a scatenare la prossima guerra santa.

A confronto delle schiere degli audiofili, i puristi del lievito madre, o le mamme pancine sono dei frequentatori di asilo d’infanzia.

Questi non solo sono aggressivi di natura ma hanno anche una preparazione tecnica che levàti. L’annuncio è recente ma sono certo che ci vorranno poche ora prima che ti vengano rovesciate addosso tonnellate di liquami.

In fondo, poi, non succederà nulla. Venderai i tuoi prodotti come hai sempre fatto e tutti continueremo a fare finta di niente.

E poi, in fondo, non è difficile spendere quella cifra per delle cuffie se proprio sei intenzionato a farlo, così come non è particolarmente complesso riuscire a mettere sul bancone di un negozio diecimila euro per un amplificatore, o ventimila euro per una coppia di diffusori. E’ tutto relativo e funzione della qualità che stai comprando.

Qui il tema è che quella qualità non esiste.

Amici come prima, Apple.


Shameless self promotion ahead…

Nel caso non ve ne foste accorti qui in giro c’è anche un podcast con il quale potrete intrattenervi.

Quello di seguito è l’ultimo episodio.

Qui, invece tutti gli episodi pubblicati sino ad ora: Parole Sparse – Il Podcast


0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio

sbagli. Sbagli su un punto. Non e’ la prima volta che Apple esce dalle logiche. Gliele passano tutte in virtu del gregge.
Io che uso mac e solo mac, beh ne sono un po stufo…
grazie dello spunto.

Giulia

They don’t need of your money