Spessore

Per qualche strano motivo, che credo dipenda dalla educazione che ho ricevuto dai miei genitori, ho sempre ritenuto che coloro che si occupano di politica, e quindi della cosa pubblica, dovessero essere persone di spessore.

Ingenuo, non è vero?

Leggo ieri che l’assessore, rigorosamente minuscolo, Giulio Gallera si è fatto una bella corsetta di 20 km lungo il naviglio Martesana e che, come impone il costume moderno, ne ha fatto vanto sul suo profilo Instagram postando tanto di percorso e tempi.

Caro assessore Gallera, qualche osservazione.

Sei un ignorante presuntuoso. Mel tuo post auto-celebrativo scrivi:

Oggi 20 km lungo il naviglio Martesana – la maratona è maestra di vita – stringere i denti e non mollare mai

Mi duole informarti che la maratona, come specialità della atletica leggera, prevede una lunghezza di 42,195 km. Potrei anche parlarti della origine di questa distanza ma già mi immagino lo sguardo vacuo e perso nel vuoto nell’ascoltare le mie parole. Quindi non hai corso una maratona, ma nemmeno una mezza maratona. Sono sicuro che il tuo ego ha vinto ed il desiderio di vantarsi ti ha spinto a fare una affermazione falsa.

Sei un delinquente. La regione Lombardia è stata dichiarata da qualche tempo zona arancione e quindi lo spostamento tra comuni diversi da quello di residenza non è permesso se non per motivi di lavoro, studio, salute o necessità. Correre per 20 km non mi pare rientri in queste categorie. Quindi io, povero cittadino comune, devo correre come un criceto all’interno del mio comune mentre tu puoi farti un baffo delle regole e correre lungo 20 chilometri del naviglio Martesana.

Sei un irresponsabile. La tua corsetta la fai con i tuoi amichetti senza indossare la mascherina quando ti fai la foto ricordo dell’impresa. Io, al contrario, devo indossare la mascherina anche quando scendo a buttare la spazzatura.

Sei un arrogante. Con il tuo gesto dimostri a tutti che un personaggio politico con una grande responsabilità è al di sopra di qualsiasi regola. Tutti sono costretti a fare sacrifici dolorosi e tu te ne freghi.

Sei un somaro. Immagino tu sapessi benissimo che quello che hai fatto non lo potevi fare stante le regole esistenti ma lo hai fatto lo stesso e lo hai comunicato al mondo intero. Purtroppo non ti ha nemmeno sfiorato il pensiero che potesse essere inopportuno pubblicare quel post. Il tuo ego era troppo gonfio di fierezza perché potesse suggerirti di non farlo. Dovevi necessariamente fare sapere a tutti quanto sei figo. Come sempre avviene quando l’ego entra in gioco il risultato che hai ottenuto è l’esatto contrario. In fondo sono una persona educata e mi asterrò dal dire che cosa hai dimostrato di essere con quella azione e con quel post.

Sei una nullità. Se proprio non ti interessa la cosa pubblica ma, al contrario, la tua pura sopravvivenza politica in qualità di parassita del sistema in questo caso hai dimostrato il tuo spessore. Ogni azione, e comunicazione, dovrebbe essere misurata in funzione della opportunità politica. In questo caso è ben evidente che il tuo acume politico è prossimo allo zero, anche se solo tu volessi curare i tuoi interessi personali. Semplicemente non sei capace, fattene una ragione.

La mia considerazione nei tuoi confronti non era particolarmente alta prima di questa alzata di ingegno. Ora siamo a livello del suolo e non ho dubbi che starai cominciando a scavare.

Buona corsa!


Shameless self promotion ahead…

Nel caso non ve ne foste accorti qui in giro c’è anche un podcast con il quale potrete intrattenervi.

Quello di seguito è l’ultimo episodio.

Qui, invece tutti gli episodi pubblicati sino ad ora: Parole Sparse – Il Podcast


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments