Chi l’avrebbe detto…

Chi l’avrebbe detto che mi sarebbe mancata o mancate:

  • la coda in tangenziale, alla dogana di Como Brogeda ed a Mendrisio.
  • la riunione con un cliente del tutto improbabile all’altro capo di Milano.
  • le strette di mano e gli abbracci.
  • il ristoratore che ti dice “mi dispiace, non ho un tavolo libero per lei”.
  • la coda alle poste per mandare una raccomandata.
  • portare la macchina dal meccanico per fare il tagliando.
  • Le cene improvvise ed improvvisate con i vicini di casa.
  • Il sudore e la fatica dopo dieci chilometri di corsa.
  • la libertà di prendere, uscire di casa e girovagare senza meta.
  • i testimoni di Geova che suonano alla porta alle nove della domenica mattina.
  • la signora che passa l’aspirapolvere mentre sono impegnato in una conversazione telefonica.
  • lasciare una conversazione telefonica con un “ci vediamo presto”.
  • la falciatrice del giardiniere nel giardino condominiale.
  • i turisti a spasso sulle rive del lago.
  • la tintoria che in tre giorni ti restituisce le camicie lavate e stirate.
  • quei “possiamo parlare cinque minuti nel tuo ufficio?”
  • sapere che è tutto lì a portata di mano.
  • la tranquilla sicurezza della quotidianità.
  • fare la coda alla cassa di un supermercato senza che le lenti degli occhiali mi si appannassero per via della mascherina.
  • la libertà di salire in auto senza mascherina e senza un modulo per l’autocertificazione.
  • la libertà di starmene spiaggiato sul divano semplicemente perché lo ho scelto io.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments