Lavoro da casa e social network

Molti di noi si trovano nella situazione di dovere lavorare da casa ed in tanti sentiamo la necessità di fare sapere che funziona benissimo.

Direi che si tratta certamente di un impulso positivo. Comunicare che sia possibile portare a termine il proprio lavoro senza la necessità di una presenza fisica sul posto di lavoro.

Mi sono fatto un giro veloce sui social media per vedere il tenore dei post a riguardo. Tutti positivi e questo mi sembra una ottima notizia.

Ora, forse io ho una sensibilità particolare sull’argomento ma mi ha colpito il fatto che molti postano immagini del proprio laptop, desktop o altri strumenti di lavoro come blocchi di appunti, post-it e via dicendo.

In ordine sparso ho notato:

  • Credenziali di accesso a VPN, sistemi e servizi.
  • Immagini di schermate con informazioni più o meno confidenziali. Anche solo il nome di un cliente basata a rompere un Non Disclosure Agreement.
  • URL che contengono informazioni sensibili e che sono pubblici.
  • Appunti che contengono informazioni riservate.

Credo che sia il caso di fare un pochino di attenzione. Va bene l’entusiasmo ma cerchiamo di non fare più casini di quanti già non ce ne siano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *