Penkesu

Penkēsu (Japanese: ペンケース) dovrebbe significare “cancella la penna”. Almeno questo è quanto mi suggerisce Google Translator che non so quanto si possa ritenere affidabile.

Penkēsu è il nome che è stato dato al progetto di un personal computer “do it yourself” che è stato recentemente reso di pubblico dominio. Chiunque abbia un pochino di dimestichezza con l’elettronica e con la stampa 3D dovrebbe essere in grado di realizzarlo senza grosse fatiche.

Le specifiche della macchina in questo non fanno certo girare la testa. Una schermo con una risoluzione di 1280x 400 pixel, una tastiera meccanica da 48 tasto ed il tutto guidato da Raspberry Pi 0.

Nonostante questo se osservato l’immagine in cima a questo post noterete che l’oggetto ha un suo grande fascino, almeno per me.

L’autore del progetto è un tale penk da cui immagino derivi anche il nome del progetto stesso.

Nel repository github del progetto ci sono tutti i file necessari per la stampa 3D dei gusci, il firmware della tastiera ed i file necessari per la produzione del circuito stampato così come la lista di tutti i componenti elettronici per poterlo assemblare.

Potrebbe essere un progetto personale da realizzare.

Esiste anche un sito dedicato al progetto che è quasi completamente una copia di quanto presente su github: penkesu

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments