Per un pugno di dollari

Nella giornata di ieri stavo cercando su Amazon un libro da acquistare in forma cartacea. Lo trovo e faccio il mio ordine come di consueto. A questo punto credo che gli algoritmi di Amazon incrociano l’indirizzo di spedizione e la corrente situazione di richiesta di quest prodotti e mi offre l’acquisto di una confezione da quattro pezzi di Amuchina Gel Disinfettante.

Niente di terribile. Un pochino borderline ma ci potrebbe anche stare.

Noto il prezzo: 88.9 EUR… quasi come il tartufo nero.

Mi metto a fare una ricerca e vedo che non si tratta di un caso isolato.

La pratica sembra essersi diffusa in maniera preoccupante.

Onestamente mi girano le palle. Ora, vero è che il mercato libero ed io posso vendere i miei prodotti al prezzo che desidero e sta alla domanda decidere se pagare quel prezzo o meno ma è altrettanto vero che siamo veramente sotto la soglia del buon gusto e della opportunità.

Quindi mi girano le palle e decido di prendere i venditori uno per uno e dal sito di Amazon scrivo a tutti.

Buon pomeriggio, 
Ma davvero nemmeno un pochino di vergogna? 

Vi concedo il beneficio del dubbio e spero in un errore. 

Cordiali saluti.

Avrei potuto dare di più, in effetti.

Ovviamente nessuna risposta da nessuno di quei quattro venditori.

Esco per fare delle commissioni e per una cena con amici ed al mio ritorno faccio una nuova verifica. Quelle quattro aziende sono scomparse ma ne sono arrivate altre ed il prezzo è anche salito.

E’ quasi l’una di notte e non ho voglia di scrivere anche a questi. Mi riprometto di farlo il giorno successivo. Questa mattina noto che i prodotti sono scomparsi da Amazon e anche una ricerca di “Amuchina Gel XGerm” non ritorna alcun risultato.

Forse reagire quando ci si trova davanti ad una aberrazione serve a qualcosa.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments