SpaceX ed il futuro possibile

Ho seguito con grandissima attenzione la storia di SpaceX in questi ultimi anni. E’ una storia incredibile, così come è incredibile l’atteggiamento di Elon Musk.

Elon Musk ha una storia persona pazzesca. Dal venire considerato affetto da autismo dai propri genitori sino a rischiare la vita per un pestaggio a scuola da parte di un gruppo di bulli. La sua avventura in PayPal, la nascita di Tesla ed ora SpaceX. Tutto questo per non parlare di quanto si diverte con iniziative giocose come quella di mettere sul mercato un lanciafiamme.

In realtà volevo parlare di quello che ho visto dal punto di vista del design.

Guardando i filmati e le dirette di SpaceX senza avere contezza del fatto che si tratta di un evento reale si penserebbe immediatamente ad una produzione cinematografica degna del migliore pedigree di fantascienza.

Il design della navicella di SpaceX è magnifico e sembra davvero provenire da un opera di pura immaginazione. E, di fatto, pura immaginazione è stata. Una idea che prende forma e che unisce tecnologia e design in un unicum perfetto e mai visto prima.

Il tema è perfettamente in linea con tutte le iniziative di Elon Musk. Guardiamo Tesla. Anche in questo caso il connubio tra tecnologia e design. Non perfetto e certamente perfettibile. Detto questo se confrontiamo l’interno di una Tesla con un’altra qualsiasi macchina affine c’è un abisso. E’ una macchina costruita intorno ad uno schermo che è il cuore del sistema. Il meccanismo attraverso il quale la tecnologia viene resa fruibile dall’utente finale in maniera semplice ed efficace. Ancora una volta, l’essenza del design.

Lo stesso discorso vale per SpaceX. Guardate il design delle tute spaziali dei due astronauti che sono saliti sulla navicella. Sono assolutamente diverse da qualsiasi altra cosa abbiamo visto prima nel mondo reale. Sono molto più vicine all’immaginario che ci proviene dai film di genere che non dalla fotografia delle missioni spaziali avvenute realmente in passato. E, nonostante questo, i due astronauti hanno dato un giudizio assolutamente positivo riguardo la funzionalità delle tute. Interessante anche l’affermazione fatta da Robert L. Behnken, uno dei due astronauti della missione:

Both Doug and I, we’d have to give the suits a five-star rating,

Robert L. Behnken – SpX-DM2

Sembra di leggere una review di un prodotto appena ricevuto da Amazon.

Lo stesso avviene per le interfacce che governano la navicella Spaziale.

Guardate questa immagine:

Source: LinkedIn – Could not find original content creator.

Anche in questo caso sembra di essere in un film di fantascienza eppure è tutto reale.

Io credo che il connubio tra tecnologia e design sia il futuro che dobbiamo progettare. E’ un fattore chiave che dobbiamo sviluppare e sul quale si deve fare leva per un futuro migliore. Ridurre la complessità di un sistema attraverso il design. Quasi una magia.

Tesla e SpaceX ci dimostrano che questo è possibile e che non si tratta di un sogno non realizzabile.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto

Incredibile!! Sono le visioni e le missioni del nostro pensiero per costruire l’intangibile attorno ai nostri sogni. È grazie alla sensibilità e percezione dell’intangbile che riusciamo a calarci nel tangibile e come corollario riusciamo a tracciare strategie e comportamenti. Dobbiamo andare “là”, porci una metà e far sì che ogni azione ci Giudi nella direzione di ciò che vogliamo raggiungere. In questo contesto il Design coniuga forma ed armonia a ciò che ci prefiggiamo.