Strumenti

Photo by Elena Rouame on Unsplash

Nel corso degli ultimi anni ci sono tre cose che oramai sono parte integrante del mio metodo di lavoro sia per questioni professionali che personali.

Del primo ho già parlato diffusamente in un altro paio di scritti. Si tratta di Obsidian che è oramai il fulcro di tutte le mie note. ha soppiantato grandemente Evernote che ho anche smesso di pagare e disinstallato dalla mia macchina, così come altre applicazioni che usavo per prendete appunti. Draft in passato, Notion recentemente.

Trovo che Obsidian si adatti perfettamente al mio modo di pensare e di lavorare. E’ una applicazione gratuita e la quantità di plugin che sono oramai disponibile è talmente ampia da potere soddisfare le necessità della maggior parte degli utenti.

Il secondo oggetto cui non posso rinunciare è Remarkable 2. Questo è un oggetto preziosissimo perché nella mia natura non riesco a prendere appunti durante una riunione di persona senza scrivere con carta e penna. Remarkable 2 mi permette di prendere appunti in forma digitale pur riuscendo a non farmi sentire affatto la mancanza di carta e penna. E’ difficile descrivere quanto sia efficace se non avete avuto modo di provarlo direttamente. Quello che posso dirvi è che io sono un fanatico di carta e penna. Sono davvero un feticista sia per l’uno che per l’altra e per riuscire a convincermi ad abbandonare carta e penna ci voleva davvero uno strumento straordinario. Il fatto che poi tutto sia sincronizzato online su tutti i miei oggetti mi permette di avere sempre a portata di mano i miei appunti. Funzionalità che uso di meno ma che funziona con una certa qualità è la trasformazione dei miei appunti in testo. Nonostante la mia calligrafia sia piccina si riesce comunque ad avere una qualità sufficiente per essere utilizzata.

Il terzo, ed ultimo, oggetto che non manco mai avere con me è un taccuino di carta per gli appunti ed una penna. Questo mi segue ovunque vado e mi torna utile quando non posso mettere le mani sul mio computer o sul mio Remarkable 2. Dopo anni di esperimenti diversi ho trovato quello che per me funziona. Sono piccoli blocchi per appunti in formato A5. In genere porto con me il blocchetto appena terminato, quello corrente ed uno nuovo. Il tutto è raccolto in un contenitore di pelle di Paper Republic. Questa piccola azienda austriaca produce delle cose bellissime. A me piace il fatto che questo raccoglitore di pelle invecchia con me. Ci sono piccoli graffi sulla superficie, la pelle si è ammorbidita con il tempo e la qualità è eccelsa. Ogni tanto la nutro con qualche prodotto specifico e torna al suo splendore originale. Anche i notebook sono di Paper Republic. Ottima qualità della carta e molto robusti.

Insieme al notebook di Paper Republic uso una penna stilografica Kaweco Liliput che è piccolissima e di grande qualità. La sua dimensione si adatta perfettamente alle dimensioni del notebook e la qualità del tratto è di sufficiente qualità per soddisfarmi.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments