E con questo poso sono centottanta post consecutivi da quando ho ripreso questo esperimento esattamente sei mesi fa.

Un piccolo record. Oramai scrivere qui sopra è diventata una abitudine giornaliera che infilo in quegli spazi residui tra una cosa e l’altra.

Non ho idea se vi sia piaciuto o meno sino ad ora ma, come ho detto in passato, queste pagine servono più a me che a voi.

Adesso vediamo di arrivare ai trecentosessantasei post di quest’anno bisestile.