Banca, reprise

Niente da fare!

La mia avventura con Intesa San Paolo continua con una raccolta di clamorosi insuccessi.

Alla data di oggi il mio conto corrente risulta ancora essere bloccato. I miei tentativi di mettermi in contatto con il servizio clienti sono falliti uno dietro l’altro. All’ultimo giro ho lasciato il telefono collegato per due ore filate, ovvero sino a che i meccanismi antifrode dell’operatore non sono intervenuti ed hanno abbattuto la chiamata.

Per fortuna quello è un conto di servizio che si movimenta in genere ai primi del mese per via di un paio di RID che non posso appoggiare altrove.

Ho il sospetto che la migrazione della clientela da UBI Banca ad Intesa San Paolo sia stata un gran casino e che troppi clienti si trovino nelle mie medesime condizioni.

Una cara amica mi ha detto che sarà necessario recarsi in un filiale o riuscire a parlare con il servizio clienti per farsi inviare un modulo da compilare e restituire per sbloccare il conto.

E tutto questo nel 2021.

Non dovrebbe ma a me questo genere di cose stupisce sempre in maniera estremamente negativa. Tanto che alla fine sto pensando di cambiare banca. Ottimo risultato Intesa San Paolo.

Fate un po’ voi…


Shameless self promotion ahead…

Nel caso non ve ne foste accorti qui in giro c’è anche un podcast con il quale potrete intrattenervi.

Quello di seguito è l’ultimo episodio.

Qui, invece tutti gli episodi pubblicati sino ad ora: Parole Sparse – Il Podcast


0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments