Errori

Il 3 Aprile di quest’anno è ricorso il sessantesimo anniversario della emissione di uno dei francobolli Italiani più famosi, il Gronchi rosa. In passato ho collezionato francobolli. SI è trattato di un momento coltivato insieme a mio zio che mi spinse in quella direzione. Uno dei miti fu proprio il Gronchi Rosa.

Nella produzione del francobollo ci fu un errore nella stampa del francobollo perché il bozzettista sbagliò il disegno dei confini del Perù per via, pare, dell’utilizzo di un atlante troppo datato. Ci fu un reclamo della ambasciata Peruviana ed il francobollo venne ritirato dalla circolazione. Fu uno dei rarissimi casi in cui un francobollo ad avere un corso legale di un solo giorno.

Per questa ragione è diventato immediatamente un pezzo molto ambito da tutti i collezionisti ed ovviamente il suo prezzo è lievitato nel corso del tempo.

Allo stesso modo qualche giorno fa è stato venduto un iPhone 11 Pro con un errore di produzione. Nella sua parte posteriore il logo di Apple non è centrato ma leggermente spostato verso destra.

Questo errore, probabilmente unico, ha fatto salire il prezzo di questa unità a 2.700 dollari, quasi tre volte il valore di mercato del prodotto originale.

In qualche caso gli errori creano valore. Nella maggior parte dei casi gli errori si pagano.


Shameless self promotion ahead…

Nel caso non ve ne foste accorti qui in giro c’è anche un podcast con il quale potrete intrattenervi.

Quello di seguito è l’ultimo episodio.

Qui, invece tutti gli episodi pubblicati sino ad ora: Parole Sparse – Il Podcast


0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments