Guru

Photo by Mohit Gupta on Unsplash

Da quando mi sono messo a giocherellare con l’Oculus Quest mi sono trovato nella necessità di reinstallare l’applicazione Facebook sul mio telefono. Il motivo è semplice. L’applicazione attraverso la quale puoi gestire il tuo Oculus richiede di autenticarsi con il proprio account Facebook per poter funzionare.

Dopo averla installata, e avendo comunque avuto cura di disabilitare tutte le notifiche, ieri mi è venuta la curiosità di vedere quante notifiche ci fossero. Ho quindi aperto l’applicazione e ci sono stato dentro per cinque minuti scarsi.

Ho notato che nel mio feed di notizie c’era una post sponsorizzato di questo personaggio che preferisco non nominare per non dare una visibilità che non ritengo meriti.

Il personaggio in questione si proclama “guru” e “consulente più pagato al mondo” con una parcella di “5000 Euro all’ora”. Già questo dovrebbe essere sufficiente per farmi desistere da qualsiasi ulteriore investigazione.

In questo post sponsorizzato egli annuncia di avere cacciato il proprio CEO perché colpevole “di una bastardata” (sic.). Si sente quindi in dovere di illustrare ai suoi clienti, o potenziali clienti, le ragioni di questa scelta e decide di farlo attraverso un evento live nel prossimo futuro.

Ora, caro mio, l’eventualità che un CEO debba essere allontanato da una azienda non è poi così remota ma, in genere, si cerca di fare meno rumore possibile sull’accaduto.

Sarai anche un guru ed il consulente più pagato al mondo ma, questo caso, ho il sospetto che tu stia solo tentando di vendere quello che hai da vendere, qualsiasi cosa questa sia.

Se tu fossi davvero il grande consulente che dici di essere probabilmente avresti riposto maggiore attenzione nella selezione del tuo CEO e, in secondo ordine, avresti gestito la cosa con maggiore delicatezza.

L’allontanamento di un CEO raramente non si porta dietro conseguenze legali e farne pubblicità online ed addirittura dire che spiegherai nel dettaglio le nefandezze di cui il CEO si è reso responsabile non farebbe altro che indebolire la tua posizione legale nei suoi confronti. Se ti va bene parte in parallelo una querela per diffamazione.

Non mi sembra un comportamento da “da consulente più pagato al mondo”

Mi sembri più una macchietta che un guru.

Spendo i miei cinque minuti a leggere i commenti sotto al post e potete immaginare quale sia il tenore. Schiaffi a destra e a manca. Una nota positiva c’è. Il nostro non risponde, non si altera, non si arrabbia e tira dritto per la sua strada. Immagino che nonostante i detrattori qualche pesce che finisce nella rete c’è sempre. La rappresentazione della autorità, reale o fittizia, ha sempre un grande fascino.

Chiudo tutto e torno ai miei, più produttivi, affari.

In serata prendo in mano il mio iPad e mi faccio un giro su YouTube. Magicamente nella lista dei video selezionati per me cominciano a comparire video del soggetto di cui sopra. E non uno ma, direi, tre o quattro nelle primissime posizioni.

Va detto che del personaggio non avevo alcuna contezza prima di oggi. Era un illustre signor nessuno, un Carneade di cui, fortunatamente, ignoravo l’esistenza.

Eppure, in qualche modo, Facebook e Google si sono parlati e adesso la mia home page di YouTube è invasa dal video dell’invasato.

Nel caso io avessi avuto dei dubbi riguardo la mia decisione di disinstallare l’applicazione Facebook ecco la dimostrazione del fatto che la mia scelta era del tutto corretta.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments