La coltelleria

Mi trovo a Roma in via Sicilia.

La mattinata è completamente impegnata nella analisi di un bando di gara per la Pubblica Amministrazione. Una cosa tanto divertente quanto una marcia forzata nella steppa Russa in pieno inverno vestiti con bermuda, maglietta ed infradito.

Nonostante la grande eccitazione tutto si rivela abbastanza produttivo anche se addentrarsi nella grammatica e nella sintassi di questi bandi di gara richiede una pazienza certosina.

Finisco il mio incontro e devo tornare in studio, in via Bari. Sono circa due chilometri e mezzo di camminata. C’è un bel sole e la temperatura è primaverile. Non c’è alcun bisogno di saltare su un taxi e decido di camminare.

Camminare mi permette di riflettere, sopratutto quando mi trovo in una città incredibile come questa.

Mi incammino verso lo studio ed in fondo a via Sicilia mi fermo davanti ad una vetrina. Si tratta di un piccolo negozio con una sola vetrina. Espone coltelli, pennelli da barba e rasoi. Ne sono istantaneamente attirato e quindi mi fermo a valutare la merce esposta.

Mi rendo immediatamente conto che non si tratta di un negozio come tanti. Sebbene si tratti di una piccola bottega ha esposta della merce particolare. I penneli da barba hanno marchi prestigiosi e la varietà è veramente molto alta. Non espone rasoi a mano libera ma i rasoi di sicurezza esposti sono veramente molto particolari. Si capisce che lì dentro c’è qualcuno che se ne intende. Non sembrano affatto delle scelte casuali.

Decido di prendermi una pausa nella mia giornata ed entro nel negozio. Vengo subito accolto da una signora gentilissima a cui dico che vorrei dare una occhiata al loro negozio. Lei, cortesemente, mi invita a fare con comodo e a rivolgermi a lei nel caso avessi bisogno. Il negozio è veramente molto piccolo ma la quantità di merce esposta è veramente notevole. Coltelli da cucina di buone marche, rasoi di sicurezza di tutto rilievo e, finalmente, anche un incredibile assortimento di rasoi a mano libera. Tutte cose di qualità selezionate accuratamente. Coramelle, pennelli da barba, saponi. Un piccolo paradiso.

Dietro il banco c’è un uomo che è circondato da tutto ciò che serve per affilare coltelli e rasoi. Immagino che siano marito e moglie e che insieme conducano gli affari di quel negozio.

Chiedo di vedere un paio di rasoi e molto velocemente il discorso si sposta sulla qualità delle lame, sulla tradizione artigiana che li produce. La qualità della rasatura. Passo un buon quarto d’ora discorrendo di una passione che scopro essere comune. Il signore dietro il bancone ha fermato il suo lavoro per parlare con me. Sono entrambi molto competenti e si vede che amano quel lavoro. Almeno questa è la mia impressione.

Non posso fare a meno di acquistare qualcosa ed esco con un rasoio di sicurezza Muhle ed una crema da barba di Edwin Jagger.

Ho il sorriso sulle labbra perché è stata una esperienza inaspettata e piacevole. Ho scoperto una piccola gemma che non mancherò di visitare ancora in futuro.

Se vi interessa il luogo è questo: Coltelleria Tamassia, Via Sicilia 257, 00187 Roma.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments