Scoperte musicali e siti vetrina

Io suono la chitarra. Meglio, provo a suonare la chitarra perché sono molto meno bravo con lo strumento di quanto mi piacerebbe essere.

Quasi da sempre suono solo quello che mi piace, ovvero blues e jazz con qualche deriva verso il rock e, ogni tanto, qualcosa di molto classico per via del fatto che cominciai ad imparare come chitarrista classico.

Come ho scritto in passato sono un collezionista di chitarre. Non resisto ad un bello strumento quando ne vedo uno. Per questa ragione seguo i siti dei produttori di strumenti. Da quelli di grande nome come Fender, Gibson, Paul Reed Smith sino a quelli che possono essere definiti delle boutique come ad esempio quello di Blackbeard Guitars.

Lo stesso faccio per tutti quei siti che si occupano di amplificazione e, in minor misura, di effetti per la chitarra.

Sono sincero. Non credo di avere mai visitato in vita mia un sito di un produttore di corde per chitarra.

Ieri mi è capitato di finire sul sito di Ernie Ball, un nome molto conosciuto e, di fatto, produttore delle orde che uso su tutte le mie chitarre.

Cavolo, ho fatto un errore madornale. Il loro sito è un capolavoro. Credo di avere speso almeno un paio d’ore ieri sera navigandoci. Al di là del lavoro di design che trovo veramente molto ben fatto i contenuti sono incredibilmente ben fatti.

Le due sezione Culture e Blog hanno contenuti curatissimi e di grande valore. Mi sono perso nella lettura di decine di articoli, ho guardato tutte le fotografie e guardato molti video.

Questi video, spesso realizzati in collaborazione con altre aziende, sono di una bellezza sconcertate.

Tornando alla mia passione per il blues ho fagocitato tutti contenuti relativi a Buddy Guy, uno degli artisti che mi piace di più. La sua storia è incredibile e la sua musica mi piace molto. Chiaro è che Buddy Guy è un endorser di Ernie Ball ma i contenuti che sono presenti sul sito vanno molto al di là del suo endorsement.

Un esempio di content curation sopraffino.

Dal puro punto di vista del design questo è un esempio perfetto di come evitare di scadere nella realizzazione di un puro sito vetrina o, nella migliore delle ipotesi, di un sito di e-commerce per arrivare invece alla realizzazione di una cosa viva e di valore.

Da prendere ad esempio! Da questo approccio c’è molto da imparare.


Shameless self promotion ahead…

Nel caso non ve ne foste accorti qui in giro c’è anche un podcast con il quale potrete intrattenervi.

Quello di seguito è l’ultimo episodio.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments