Un nuovo mouse

Photo by Mika Baumeister on Unsplash

E dopo l’avventura della scelta della tastiera meccanica, ecco arrivato il momento di mandare in pensione il magic mouse di Apple e cercare un mouse che sia un pochino più efficiente.

In realtà non ne sentivo una necessità assoluta dato che sono sempre stato piuttosto soddisfatto del magic mouse, eccezion fatta per il momento nel quale dovevi ricaricarlo. In quel momento il tuo mouse assume le sembianze di una tartaruga spiaggiata che non riesce a recuperare la sua postura naturale. Mi domando chi abbia avuto la brillante idea in Apple.

La ragione per cui mi sono convinto a cercare un nuovo mouse è stato l’arrivo sulla mia seconda scrivania di una stampante 3D. Ne parlerò in un altro post. Da quel punto mi sono deciso a provare a modellare gli oggetti da stampare in autonomia e ho scoperto che non avere un terzo bottone sul mouse è una enorme rottura di scatole.

Ho fatto le mie ricerche che comunque ho quasi subito abbandonato perché anche quello è un universo fatto di religioni e relativi talebani a supporto.

Volevo solo un prodotto che:

  • Fosse un pochino più ergonomico del magic mouse.
  • Avesse un terzo bottone.
  • Fosse sufficientemente preciso. (Se avete mai provato a selezionare un puntino verde su FreeCAD per inserire dei vincoli sapete bene a cosa mi riferisco).
  • Avesse qualche funzionalità intelligente in più per aiutarmi nella vita quotidiana.

Mi sono deciso un mouse Logitech MX Master 3 per Mac. Ne avevo letto bene ed i tasti supplementari era in numero sufficiente da aiutarmi a velocizzare alcune cose e non così tanti da fare sembrare il mouse il nipote di un Transformer.

Esperienza di acquisto semplice e lineare da sito di Logitech. Ogni tanto provo ad acquistare direttamente dal sito del produttore per valutare quale sia l’esperienza utente del loro e-commerce e per non arricchire ulteriormente Amazon.

Il corriere ha suonato alla mia porta meno di ventiquattr’ore dopo il mio ordine e questo sebbene il prodotto arrivasse dall’Olanda.

Packaging semplice ma non eccezionale.

Il mouse è decisamente un ottimo mouse. Più grande e leggermente più pesante del magic mouse, ma questo era esattamente quello che cercavo. I due bottoni principali sono fisici e non virtuali ed anche questo mi piace moltissimo.

Le due rotelline di scorrimento sono semplicemente magnifiche e molto ergonomicamente posizionate sulla superficie del mouse.

L’installazione del mouse è banale dal momento che si tratta di un mouse bluetooth. Quello che vi consigli di fare è di installare il software di configurazione del mouse prima di accoppiare il mouse al personal computer. Se non lo fate il software se ne infischia e non lo vede, almeno sul mio Mac.

Il software in dotazione è discreto e permette di modificare tutti i parametri del mouse secondo i propri gusti e vi lascia la completa scelta di configurazione dei tasti che sono presenti sul mouse in numero di 7.

Io ho configurato il due tasti in prossimità del pollice con la funzione Copia e Incolla. Devo dire che questo mi aiuta a velocizzare moltissimo alcune parti del mio lavoro. La rotellina di scorrimento orizzontale è un salvavita quando mi trovo a lavorare su infiniti fogli Google Sheets. Usandola non devo muovermi con il mouse per scorrere ma semplicemente alzare il pollice.

Le funzioni collegate al tasto presente sulla superficie superiore del mouse mi permettono di cambiare schermo, applicazione e contesto senza sollevare la mano dal mouse.

Insomma, se devo essere sincero non mi aspettavo che un mouse potesse avere un impatto così positivo sulla velocità del lavoro quotidiano. In effetti quando parliamo di produttività la prima cosa da considerare dovrebbe essere l’ambiente e gli strumenti fisici che utilizziamo per interagire con le applicazioni che ci servono per svolgere il nostro lavoro. In tutta sincerità è un aspetto che avevo sempre grandemente sottovalutato.

Come sempre confermo che Logitech non mi dà una lira per scrivere tutto questo e quindi riporto solo la mia personalissima esperienza con il prodotto. Poi fate voi, che di mouse è pieno il mondo.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments